La Schiacciata Livornese❤

Schiacciata

Sono cresciuta a Livorno, città bellissima, che adoro e che solo in pochi conoscono e apprezzano. Amo le scogliere e le cale del Romito, la confusione del mercato chiuso e soprattutto la Terrazza Mascagni. Quando la nostalgia bussa alla porta, il modo piu veloce per respirare aria labronica é cucinare una bella schiacciata! Come quella che tutte le mattine si comprava con 500 lire prima di andare a scuola e che spesso si mangiava di nascosto sotto il banco, arrivando all’intervallo con solo una briciola di merenda!

INGREDIENTI
600 gr Farina
300 gr Acqua Tiepida
1 Cubetto (25gr) Lievito di birra
1 Pizzico di Zucchero
1 cucchiaino di sale
30 gr Olio d’Oliva
Q.B. Olio d’Oliva
Q.B. Sale Fino

PREPARAZIONE
Mescolare la farina con il sale e lo zucchero.

Aggiungere acqua, lievito e olio e impastare fino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo.

Stendere l’impasto su una superficie spolverata di farina.

Ungere una teglia da pizza e stendervi sopra l’impasto steso.

Lasciare riposare nel forno spento per almeno 40 min.

Tirare fuori dal forno la teglia e con i polpastrelli premere leggermente qua e là sulla pasta lievitata, spolverare con sale e stendere un filo d’olio.

Preriscaldare il forno a 250°C.

Infornare e cuocere 20 min circa, o comunque fino a quando la schiacciata inizierà a dorarsi.

20130714-131755.jpg

Versione Bimby
Mettere tutti gli ingredienti nel boccale, 2 min. e 30 sec., vel. Spiga.
Stendere l’impasto su una superficie spolverata di farina.
Ungere una teglia da pizza e stendervi sopra l’impasto steso.
Lasciare riposare nel forno spento per almeno 40 min.
Tirare fuori dal forno la teglia e con i polpastrelli premere leggermente qua e là sulla pasta lievitata, spolverare con sale e stendere un filo d’olio.
Preriscaldare il forno a 250°C.
Infornare e cuocere 20 min circa, o comunque fino a quando la schiacciata inizierà a dorarsi.

Condividi:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on Tumblr